Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘social network’

Sono rimasta un po’ indietro nei miei vari aggiornamenti e leggo oggi un’interessante notizia postata da Ninja Marketing sulla campagna Diesel “YUK Pre-Internet Experience”.
ImmagineIn breve, Diesel cavalca l’atmosfera revival dei suoi modelli YUK (presentati per la prima volta sul mercato nel 1993) lanciando una provocazione e invitando tutti a disconnettersi da Internet per tre giorni, come in una sorta di terapia di disintossicazione. Non entro nei dettagli, perché ha fatto meglio di me come sempre la redazione di Ninja Marketing.

Quello che mi ha fatto riflettere è il meccanismo dell’operazione. Chi aderisce all’iniziativa deve accedere al sito e cliccare “Go offline”, per fare in modo che compaia sul proprio profilo Facebook un messaggio che spiega l’assenza dell’utente.

Insomma, per uscire dai social bisogna condividere l’azione attraverso i social. Senza condivisione nulla sta succedendo. Se non lo dici a tutti, non esiste quello che stai facendo. Buffo, no?

Immagine

Read Full Post »

Tutto è social, tutto è condivisione e scambio. Arrivi in rete, e trovi un nuovo social network.
Quello di oggi mi piace tantissimo e lo segnalo: si tratta di Grow the planet, realizzato da una start up italiana creasciuta all’interno di H-Farm, un “venture incubator” che favorisce la crescita di nuove imprese dal talento vivace e le idee innovative.

Grow the planet è semplice e geniale. Se pensi di avere il pollice verde o desideri sapere una volta per tutte se hai qualche speranza, crea il tuo profilo e tirati su le maniche. Qui si ritrovano tutti quelli che amano coltivare la terra, poca o tanta che sia. Puoi chiedere consigli, pubblicare i tuoi progressi, guardare i tutorial e leggere gli articoli.
Le migliori soluzioni tecnologiche sono integrate: i dati segnalati in fase di registrazione permettono la geolocalizzazione del tuo orto, che genera un profilo meteo personalizzato e ti avvisa di improvvisi cambiamenti climatici che potrebbero mettere in pericolo le tue giovani piantine.


Lo dico chiaramente: dispongo soltanto di un balconcino di 2 metri quadrati e ultimamente non riesco a far sopravvivere nemmeno una piantina di basilico, causa la mia irriducibile distrazione e inconstanza. Però ho trovato giusto questa mattina un tutorial che spiega come coltivare in cassetta e questo mi ha aperto un mondo. Chissà mai…

Per inciso: Grow the planet è uno dei dieci finalisti al Techcrunch Disrupt di San Francisco.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: